La mia prima Peri-Fosse

Appena rientrato da un bel giro, lungo ed impegnativo, con 95.80km in 4h17m alla media dei 22.31km/h ed una velocita’ massima di 73.3km/h.
Sembra strano, ma in questi anni di bici da corsa, non ho mai affrontato una delle salite piu’ classiche, inserita nella GranFondo Avesani, ovvero quella che da paese di Peri si inerpica per 9km verso Fosse, con una pendenza media dell’8.3% ed una punta attorno al 15% (secondo me il grafico di salite.ch non e’ affidabile, anche secondo i miei rilevamenti con il GPS che trovate allegato). E’ una salita piuttosto costante nei primi chilometri, abbastanza pedalabile fino ad un tratto di circa 500m in cui la pendenza si fa impegnativa: io non ho il fisico per pendenze che vadano oltre il 12% ed ho faticato non poco, ottenendo il risibile tempo di circa 57 minuti. Da dire a mia discolpa che si arriva a questa salita dopo 40km che abbiamo fatto ad andatura piuttosto sostenuta con una media oltre i 30-31km/h.
La salita di per se’ non presenta nulla di particolarmente interessante, il panorama e’ poco visibile (o forse io ero troppo impegnato a respirare e a guardare la ruota davanti), non ci sono paesi, in compenso la costanza della pendenza e’ praticamente totale e non lascia molto spazio per recuperare, per cui si arriva al settimo chilometro e ci si trova davanti il punto piu’ ostico senza avere avuto modo di far riposare la gamba.
Devo sicuramente lavorare di piu’, e qualcosa ho fatto nell’uscita di mercoledi’, per aumentare la forza, altrimenti continuero’ a soffrire come un dannato non appena la strada aumenta la pendenza 🙂
Molto belle e piuttosto durette anche le successive due salite, quella che da Negrar sale a Montecchio e quella che da Marzana sale lungo la strada Carbonare fino a raggiungere il punto piu’ alto delle torricelle (lato est).
Oggi comunque e’ stata una prova di come, quando c’e’ la testa, si riescano a raggiungere ottimi obiettivi, visto che piu’ di una volta (almeno quattro, uno dei quali al suono della sveglia alle sei del mattino) ho pensato seriamente di lasciar stare tutto e tornare a casa, invece mi sono impuntato ed ho proseguito l’ascesa; d’altronde ero con altri tre che di gamba ne avevano ben di piu’ e non potevo certo sfigurare con un ritiro 🙂
Alla fine son contento, con questi 95.80km ed un dislivello di 1766m, praticamente una mediofondo.
Il percorso
L’altimetria
Traccia GPS formato NMEA
Traccia GPS formato GPX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.